Destino

Le storie diventano un'arma quando determinano o giustificano un destino. Sofia, mia figlia, prende il telefono e chiama una sua compagna di scuola per finire dei compiti delle vacanze. Questa non è neanche una storia. Provo ad aggiungere qualche dettaglio. Sofia consulta un elenco di numeri di telefono, sceglie il numero della sua compagna preferita e le telefona. Il compito che sta facendo le chiede di elencare i suoi giochi preferiti, le sue letture e poi di confrontarlo con quello di una amica. L'elenco è fatto, ora non resta che chiamare Daniela e chiederle qual'è la sua lista. La riscrivo.

La prima volta che Sofia prese il telefono e fece il numero tutta da sola fu per intervistare una amica per un testo che doveva scrivere.

Ora non rimane che aspettare e sperare che prima o poi Sofia diventi una gionalista. Potremo spendere questo episodio come un ineluttabile segno del suo destino di cronista. Per ora ce lo teniamo lì tra i ricordi di famiglia.

Nessun commento

Leave a Reply