Don Giovanni (Alessandro Baricco)


Dopo diecimila anni di scrittura doveva capitare, prima o poi, che si cominciasse a ri-scrivere. Confrontarsi con il passato, con la massa corposa delle storie riununciando per un momento a inventare qualche cosa di nuovo. Credo che Save the Story vada in questa direzione. Save The Story è una inizativa di Scuola Holden e La biblioteca di Repubblica l'Espresso. L'idea è quella di riscrivere alcuni grandi classici per renderli interessanti ai bambini.

Si cominica con Don Giovanni riscritto da Alessandro Baricco. La prima volta che ho sentito del Don Giovanni ho pensato: che scelta del cavolo. Non c'era un altro titolo nella letteratura che potevano essere adatto ad un pubblico così giovane? Che ne so Moby Dick, Don Chisciotte, persino Garagantua e Pantraguel che a suon di sonore scoregge avrebbe divertito i ragazzini. In effetti gli altri titoli sono comprensibili: Umberto Eco, confermando il suo personaggio di secchione rivoluzionario, si confronta con I Promessi Sposi, Stefano Benni con Cyrano e Camilleri con Gog'ol. E invece Baricco punta sulla storia di questo trombeur des femmes impenitente e ingordo. Insomma, il catalogo è questo. Eppure, a pensarci non è una scelta peregrina. I bambini anche molto giovani sono ormai immersi in una atmosfera di riferimenti sessuali molto intensa. Le serie televisive come Il Mondo di Patty o Flor hanno personaggi molto maturi per la loro età, per nulla ingenui rispetto ai richiami erotici. I cartoni animati con le lolite giapponesi innamorate o transgender (come Ranma Mezzo)

E così è il caso di cominciare ad affrontare certi argomenti più presto. Il Don Giovanni mi sembra un buon punto di partenza. E il risultato sembra interessante. La storia è avvincente, comprensibile, il libro ben confezionato, ben illustrato e il prezzo più che ragionevole. Prossima prova: lo leggerà Sofia e ne parleremo (è il primo libro che compriamo insieme).

1 commento

  1. A proposito di riscritture manzoniane, mi pare molto intrigante e ben posto il quesito e argute le argomentazioni, in forma di vertiginosa lista di ipotesi,che ho letto su Inchiostro.
    http://www.unisob.na.it/inchiostro/index.htm?idrt=4099

    RispondiElimina