Il libri si giudicano dalla copertina







C'è un'invalsa abitudine tra gli scrittori di consegnare le loro opere composte malamente. Fogli strafitti di parole in Time New Roman (il font di defauld di Word), interlinea 1, senza spaziatura dopo l'a capo. Capita anche che usino dimensioni di carattere troppo grandi facendo somigliare il testo un minaccioso comunicato terrorista. Insomma fanno fatica a capire che la forma grafica della scrittura ha una bellezza in se che va olre al significato delle parole. Ogni tanto ti pisgeno come suoni bene una parola piuttosto di un'altra come contasse solo la musica e non la figura. E' una scarsa sensibilità che affatica la lettura e impoverisce l'opera. E' quasi del tutto vero che i libri non si debbano giudicare dalla copertina , ma non per questo si stampano sualla carta del pesce.

Basta dare un'occhiata qui:

Book Cover Archive

Nessun commento

Leave a Reply