L'Italia vista dalla Luna | 11



"Dopo tanti anni lontano dall'Italia, a osservare quello che succede a distanza, tutto sembra sempre più surreale."


Sheffield da casa Ciolfi
Luigina Ciolfi, docente e ricercatrice
Sheffield, Gran Bretagna


 



Chi Sei
Toscana (anzi Chianina!) di nascita, viaggiatrice per vocazione. 38 anni, Interessata a molte (forse troppe) cose: musica, letteratura, tecnologia, arte, cucina, cinema e molto altro.

Da dove sei partita
Ho iniziato a viaggiare da giovanissima (prima esperienza di studio negli Stati Uniti a 15 anni), ma ho lasciato la Toscana (Siena) e l'Italia definitivamente due settimane dopo la laurea, nel Gennaio 2000.




Dove sei
Attualmente vivo a Sheffield (UK), ma mi sono trasferita solo da pochi mesi dopo 13 anni a Limerick, in Irlanda. Mi sento ancora un ibrido italo-Irlandese!

Cosa fai
Sono docente e ricercatrice universitaria nell'ambito dell'interazione uomo-macchina, tecnologie collaborative e design centrato sull'utente, molto spesso in team con partner internazionali. Lavoro alla Sheffield Hallam University, e mantengo una collaborazione con l'Università di Limerick. Il mio profilo professionale e' quasi tutto qui.

Perché sei partita
Dopo varie esperienze positive all'estero e visto il mio interesse per il mondo accademico, già durante gli studi universitari avevo deciso di andarmene dall'Italia il prima possibile. Ho visto esempi di persone di valore lavorare senza riconoscimento ne' prospettive nell'università italiana, episodi in cui il merito veniva snobbato, e in generale un approccio abbastanza tradizionalista anche alla ricerca. Quindi, arrivato momento di cercare un contratto di ricerca o un dottorato, mi sono rivolta subito all'estero. Gia' sapevo che non mi sarei più trovata a mio agio in Italia, sia dal punto di vista lavorativo che da quello culturale. La trovo una società troppo chiusa, lentissima a cambiare e a migliorarsi e senza molta curiosita' (per non parlare di accoglienza) verso il nuovo.

Come si vede l'italia da casa tua
Si vede come un parente stretto con cui ho un legame "storico" che non posso ignorare, ma che allo stesso tempo riesco a sopportare solo per brevi periodi! Dopo tanti anni lontano dall'Italia, a osservare quello che succede a distanza tutto sembra sempre più surreale: cose che non sarebbero tollerate in altri paesi, o che non succerederebbero proprio, sono ormai considerate perfettamente normali. Per non parlare delle cose che NON succedono in Italia, come il riconoscimento di diritti fondamentali per tutti (dai figli di immigrati nati in Italia, alle donne, alla comunita' LGBT) e che nel resto d' Europa (e oltre) sono scontate. In iItalia sono fantascienza.

Come racconti l'Italia ai tuoi nuovi compatrioti
I miei amici in Irlanda, UK e nel resto del mondo che conoscono l'Italia sono abbastanza informati sulle vicende nostrane ma, nonostante questo, spesso ancora mi chiedono spiegazioni su come possano succedere alcune cose. La cosa interessante è che anche in un paese come l'Irlanda, abbastanza tradizionalista e che si è modernizzato molto più tardi rispetto ad altri paesi europei, ci si stupisce dell'Italia. Per dire, in Irlanda hanno già avuto due donne Presidente della Repubblica e hanno già il riconoscimento delle unioni di fatto per tutti. Per non parlare della Gran Bretagna e dei paesi Scandinavi che vedono l'italia come un posto si' affascinante, ma in fondo inaffidabile e caotico. La domanda più ricorrente che mi fanno persone che mi hanno appena conosciuto o che non conoscono l'Italia eccetto che come destinazione per le vacanze e' "Come puoi averla lasciata?", ma quando racconti del tasso di disoccupazione e la situazione politica, si ricredono subito.

Vorresti tornare
No. Non riesco neanche ad immaginare come potrei adattarmi di nuovo allo stile di vita italiano, soprattutto sul lavoro. A 40 anni sei ancora "giovane" e devi startene zitto e buono ad aspettare le briciole di qualcun altro, sopratutto se sei donna. Non potrei più accettarlo. Poi io sono un'anticonformista per natura e la chiusura mentale italiana, soprattutto le aspettative sulle donne, è frustrante. Comunque "mai dire mai": forse un giorno cambierò idea e vorrò passare piu' tempo in Italia,  ma per adesso un paio di visite l'anno per vedere famiglia e amici e mangiare i tartufi freschi sono piu' che sufficienti.

Le altre puntate de L'Italia vista dalla Luna sono qui.

Nessun commento

Leave a Reply