Libri, Libri, Libri, Americani



In soli quindici giorni di viaggio nella costa orientale ho arricchito la biblioteca di famiglia con un certo numero di libri di carta che da una parte segnano le tappe del mio viaggio e dall'altra sono belli da toccare, possedere, leggere.





1. Toni Morrison, Home

(Aeroporto di Milano Malpensa)

Un reduce torna a casa. America anni 50

-------

2. Aleksandar Hemon, Lazarus Project

(Barnes-Noble, Westfield NJ)

Un viaggio a ricostruire la memoria di un anarchico dello scorso secolo.


--------

3. Adam Johnson, The Orphan Master'S Son


(Barnes-Noble, Westfield NJ)

Storie di rapimenti nella Corea del Nord. Pulitzer 20123


--------


4. R. e L. Brasch, How did it begin?

(Barnes-Noble, Westfield NJ)

La nascita delle superstizioni

--------


5. Tom Robbins, Another Roadside Attraction

(Labyrinth Bookshop, Princeton NJ)

Riassumere Tom Robbins in una frase o due? No way.

--------

6. Kurt Vonnegut, While Mortals Sleep: Unpublished Short Fiction

(Labyrinth Bookshop, Princeton NJ)

A Vonnegut non si dice mai di no.

-------

7. David Benioff, City of Thieves

(Fifth Av. book stand, NYC NY)

Avventure picaresche durante l'assesio di Leningrado

-------


8. Frederick Taylor, Exorcising Hitler: The Occupation and Denazification of Germany

(Strand Bookshop, NYC NY)

La denazificazione della Germania nel dopoguerra.

--------

9. Roy Peter Clark, Writing Tools

(Strand Bookshop, NYC NY)

Consigli per scrittori

Nessun commento

Leave a Reply