Storia della scrittura








La stele di Rosetta oltre ad essere l'oggetto che ha permesso di fondare l'egittologia e di svelare una bella fetta del nostro passato è anche un utile peradigma per l'uso della scrittura. Tre sono le "fasi" contenute nella stele.



In alto la scrittura geroglifica, la scrittura sacra, conosciuta solo a pochi privilegiati. Tecnicamente lenta e difficile da scrivere, necessitava di una certa capacità artistica.




Al centro la scrittura demotica, una lingua diffusa in Egitto nell'ultima fase, dal 650 a.c. fino al V secolo d.c. La scrittra è corsiva, molto più semplice. È diventata uno strumento quotidiano.


Infine il greco che segna la necessità di avere una koyné una lingua comune che sia in grado di superare i confini "nazionali" e linguistici.
Sacra, Opertaiva, Diffusa.

Nessun commento

Leave a Reply