Maradona di Kusturica


Il regista bosniaco realizza un'apologia del dio del calcio. Ci gioca, lo segue, lo adora. Non lo intervista neppure, lo lascia parlare a ruota libera, da Bush alla "mafia" napoletana, dal Boca alla cocaina. E gli perdona quasi tutto.

Nessun commento

Leave a Reply